Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Probabilmente la colpa è di mia zia, che negli anni ’80 era segretaria di redazione al mitico IllustratoFiat. Senza accorgermene, ho subìto il fascino di un ambiente, e di un mestiere. E così mi sono ritrovato alla scuola de La Voce del Popolo, a Torino, dove ho imparato molto. Ho imparato molto anche in Azione Cattolica, dove ho avuto l'onore di coordinare Graffiti, il periodico per adolescenti dell'associazione. Dopo un po’ di acrobazie tra La Voce, Radio24 e La Stampa, nel 2007 sono approdato a Il Sole 24 Ore. Dal 2011 al 2012 sono stato coordinatore dell’inserto NordOvest, poi per il dorso Finanza & Mercati ho iniziato a occuparmi di banche e nel novembre 2017 ne sono diventato caporedattore. Da settembre 2020 sono direttore delle testate del Master di Giornalismo dell'Università di Torino, una grande occasione per  mettere in discussione tutto, ma proprio tutto. La finanza mi interessa molto, ma sono convinto che dentro di me batta un cuore fordista. Oltreché juventino.